La società francese dagli anni 1950 agli anni 1980

Gli anni 1950 segnano l'inizio di un periodo di miglioramento delle condizioni di vita, con la nascita della società dei consumi: le famiglie beneficiano dell'aumento del loro potere d'acquisto che permette loro di migliorare il loro comfort quotidiano. La situazione economica del paese è allora favorevole, le ricchezze prodotte aumentano rapidamente. Per far fronte alle esigenze delle imprese del paese, la Francia fa venire una manodopera immigrata, mentre un numero crescente di donne studia ed esercita un'occupazione. Questo miglioramento delle condizioni di vita materiali si accompagna a profonde trasformazioni culturali in seno alla società francese. La crescita è ostacolata negli anni settanta da una profonda crisi economica mondiale: i paesi si arricchiscono meno rapidamente, le imprese si trovano in difficoltà, la disoccupazione aumenta, le divisioni si allargano all'interno della società francese.

Il miglioramento delle condizioni di vita

Il periodo che va dagli anni '50 alla metà degli anni '70 è quello in cui l'espansione economica è più rapida: si produce in grandi quantità. C'è molto lavoro, poca disoccupazione, si fanno venire stranieri come forza lavoro.

Il miglioramento delle condizioni di vita e i progressi della medicina hanno permesso l'aumento della speranza di vita e la diminuzione della mortalità. La popolazione è così aumentata. I francesi consumano sempre di più e modificano i loro acquisti. La parte del loro bilancio destinata alle spese indispensabili (alloggio, cibo) diminuisce in quanto possono spendere più soldi per il loro tempo libero o la loro comodità di vita. Questa è la nascita della società consumistica.

A partire dagli anni '70, le difficoltà economiche e il forte aumento della disoccupazione frenano il miglioramento delle condizioni di vita. Si osserva allora un aumento delle disparità tra i francesi.

Profonde trasformazioni culturali

La società francese conosce profonde trasformazioni culturali. Sta diventando più moderna con il miglioramento dei diritti delle donne e una maggiore attenzione ai giovani. Nuovi dibattiti creano divisioni: la concezione della famiglia, il posto delle religioni, l'influenza dei media o il degrado dell'ambiente.